Torino - 24.09.2016

La viticoltura eroica al Salone del Gusto con il Cervim

Vini eroici protagonisti al Salone del Gusto di Torino.

Il Cervim sarà presente nel programma dell’edizione 2016 della kermesse torinese, nello spazio IncontraPiemonte (Igloo convegni), in Piazza Castello, in occasione degli incontri a cura di Arev-Assemblea Regioni Europee Viticole, nella giornata di sabato 24 settembre.

«La nostra presenza al Salone del Gusto di Torino - sottolinea il presidente Cervim, Roberto Gaudio – è nel segno della valorizzazione della viticoltura eroica; insieme ad Arev, con cui prosegue una proficua collaborazione, abbiamo infatti organizzato due importanti appuntamenti che riguardano da vicino i territori della viticoltura eroica che è ovviamente legata in modo indissolubile al tema fondamentale del paesaggio. I territori in cui sono presenti le aziende Cervim, sono delle “isole della biodiversità viticola“ e vere perle enologiche, che, corrono però il rischio di scomparire a causa degli alti costi di produzione; dal momento che la coltivazione di un vigneto in queste zone costa dieci volte di più di un vigneto in pianura. La viticoltura eroica rappresenta quindi una “sentinella” nei territori impervi, e per questo eroici, dove si producono comunque vere e proprie eccellenze enologiche».

Il presidente Gaudio interverrà al convegno (ore 12.30) “La viticoltura estrema. La produzione di vini in vigne a forte pendenza, montagna e piccole isole – le esperienze europee” che vedrà anche la partecipazione di Ettore Ponzo, vicepresidente Consiglio Europeo Professionale del Vino – AREV; Francesco Carfagna, produttore Az. Altura, Isola del Giglio (Gr); Giovanni Satragno, presidente Associazione Produttori Moscato d’Asti; Stefano Celi, presidente VIVAL – Associazione Viticoltori Valle d’Aosta; Danilo Breusa, presidente Associazione Produttori Terre del Ramìe; Andreas Emmanouil - Commandaria Wine Cipro e dell’assessore Agricoltura Regione Piemonte, Giorgio Ferrero. Modera il giornalista Pino Riconosciuto. In conclusione una degustazione di vini da viticoltura estrema.

In precedenza (ore 10.30) un altro convegno – con la collaborazione del Cervim - dal titolo “La viticoltura Patrimonio dell’Umanità. Un confronto tra Regioni europee”, fra i partecipanti Antoine Maillot – Assemblea delle Regioni Europee del Vino; Gianfranco Comaschi, Presidente Associazione Patrimonio  Unesco Langhe Monferrato Roero; Patricia Picard – Comite Vins Auvergne - Rhone Alpes, Patrizio Scarpellini – Direttore del Parco delle 5 Terre; Maria JS. Silva - Regione Autonoma delle Isole Azzorre – Patrimonio Unesco; Dezso Torok  - Tocai – Patrimonio Unesco.

Ufficio stampa Cervim