Milano - 04.11.2016

La viticoltura eroica nella macroregione alpina

Appuntamento venerdì 4 novembre dalle ore 14 alle ore 16.30 all’Università degli studi con CIME
Un viaggio alla scoperta delle coltivazioni di media-alta quota, dei nuovi approcci alla qualità del prodotto per capire come vitigni uguali possano esprimersi in modo completamente diverso lungo tutte le Alpi. E’ in programma per venerdì 4 novembre dalle ore 14 alle ore 16.30 (aula magna e Loggiato del rettorato Università degli studi di Milano via Festa del Perdono 7) il Lab di viticoltura eroica all’interno di CIME l’evento in programma dal 3 al 5 novembre a Milano. All’evento, dal titolo “La viticoltura eroica nella macroregione alpina”, moderato dal Presidente del Cervim, Roberto Gaudio, saranno presenti coltivatori da tutto l'arco alpino italiano e la Svizzera per raccontare la loro esperienza in montagna, tra complessità e potenzialità.
 
Ospite d’onore il campione del mondo di ciclismo, Francesco Moser, che racconterà la sua esperienza di vignaiolo in Trentino . Tra gli interventi istituzionali quelli di Gianni Fava assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia e Renzo Testolin Assessore all'Agricoltura e Risorse naturali della Regione Autonoma Valle d'Aosta, oltre alle conclusioni di Osvaldo Failla Professore in Scienze Agrarie e Ambientali - Produzione, Territorio, Agroenergia all' Università degli Studi di Milano. Nell'ambito dell'evento verrà inoltre presentato l'evento finale del concorso enologico "Mondial des Vins Extrêmes".

« La premiazione del Mondial des Vins Extrêmes a Milano consentirà al Concorso di interessare un vasto e attento pubblico e permetterà ai vini estremi e più in generale alla viticoltura eroica di godere di un'importante vetrina. L'evento contribuirà a far conoscere e a far apprezzare le caratteristiche e la qualità della viticoltura di montagna, di cui Valle d'Aosta e Lombardia, nell'ambito di una proficua collaborazione, si pongono oggi come convinti sostenitori e affidabili punti di riferimento nel panorama vitivinicolo internazionale”. - sottolinea l’assessore Assessore all'agricoltura e risorse naturali della Valle d’Aosta, Renzo Testolin.

“Parlare di viticoltura eroica significa riconoscere e promuovere un prodotto caratteristico del territorio montano della Lombardia, dove il vigneto, in particolare in Valtellina e Valcamonica, ha saputo offrire vini eccellenti. E questo grazie al lavoro dell’uomo e alla biodiversità di quei territori, nei quali si producono oltre 20mila ettolitri di vino di qualità certificata, su una superficie destinata a Dop e Igp di oltre 600 ettari”, commenta l’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava.

E’ previsto il test sensoriale, accompagnato dai produttori, di una selezione di prodotti riservato a 100 partecipanti.

Per il programma dettagliato e per la registrazione www.cimeamilano.it